Area Riabilitativa

Palestra Riabilitativa e della Salute

Équipe Terapisti

COS’È LA PALESTRA RIABILITATIVA DI FOR ME?

La palestra riabilitativa di For Me rappresenta un’eccellenza unica nel suo genere; nata per integrarsi perfettamente con il lavoro svolto dai fisioterapisti e dagli osteopati durante il trattamento manuale, aiuta il paziente ad acquisire una maggior consapevolezza posturale ed un miglior controllo del movimento.

La palestra è gestita da uno staff di fisioterapisti, osteopati e laureati in scienze motorie che nel corso del loro percorso formativo e professionale hanno acquisito specifiche competenze in un’ampia area di discipline legate al mondo della riabilitazione e dello sport, nonché della prevenzione.

Presso For Me è infatti possibile seguire percorsi individuali per la riabilitazione post operatoria (sia di carattere ortopedico-traumatologica che cardio-respiratorio), lavorare sulle sindromi da disfunzioni del movimento, come nei principali casi di lombalgia, sviluppare precise abilità sportive medianti percorsi di preparazione atletica e riatletizzazione post infortunio nonché concordare un percorso di mantenimento per prevenire danni da sedentarietà.

L’AVVENTO DELLE TECNOLOGIE 4.0

Da gennaio 2022, seguendo un processo di ammodernamento dell’intero sistema sanitario, presso For Me sono state introdotte alcune delle ultime tecnologie in ambito riabilitativo, riconducibili all’iniziativa “Industria 4.0”.

È stato introdotto il dispositivo Walker View 3.0 SCX di TecnoBody, che permette un’analisi completa dei punti di forza e debolezza nel gesto atletico o nella deambulazione, riunendo in unico prodotto innovativo un laboratorio di analisi del cammino e della corsa capace di restituire un report di analisi posturale per la riabilitazione e la medicina sportiva. È inoltre possibile allenarsi e fare riabilitazione con le piattaforme Kineo System di Globus Corporation, macchine isocinetiche di ultima generazione scelte da atleti e società di fama internazionale per rieducazioni ed esercizi di rinforzo su tronco, arti superiori e inferiori.

In ambito respiratorio, tramite il dispositivo Spiro Tiger, è possibile svolgere un lavoro di re-allenamento respiratorio unico nel suo genere, modulabile tanto sul paziente patologico quanto sullo sportivo in cerca di miglioramento delle performance. Con Spiro Tiger è possibile allontanare l’affanno, allenando in modo completo i fattori di condizione fisica come resistenza aerobica, velocità e mobilità della gabbia toracica e dei muscoli del tronco permettendo così un netto miglioramento della coordinazione e della propriocezione.

Il dispositivo Bobo consiste in una pedana propriocettiva a biofeedback visivo che trasforma i tradizionali dispositivi di bilanciamento in piattaforme di allenamento interattive, digitalizzando tutti i tipi di esercizi e strumenti terapeutici.

IL LAVORO POSTURALE A CORPO LIBERO

I nostri terapisti hanno sviluppato nel tempo la capacità di integrare il lavoro con le macchine al lavoro a corpo libero, fondamentale per aumentare la percezione corporea del paziente, con esercizi derivati dalla back-shool, dalla riabilitazione posturale globale e da altri metodi.

I PERCORSI RIABILITATIVI

  • Percorso riabilitativo ORTOPEDICO

Ogni stato di alterazione della salute richiede l’intervento di figure professionali che aiutino il corpo a ritrovare la propria funzione. Qualora il sistema colpito sia il sistema di movimento del corpo umano, una delle figure certamente coinvolte è quella del fisioterapista. Che si tratti di un infortunio, un intervento chirurgico o una patologia degenerativa la messa in atto di un percorso integrato volto a recupero dell’articolarità, delle corrette tensioni mio fasciali e di un buon tono-trofismo muscolare è fattore imprescindibile per una completa guarigione, o quantomeno per il recupero del massimo potenziale motorio residuo.

  • Percorso riabilitativo NEUROLOGICO

Un percorso volto al recupero delle funzionalità motorie si rende assolutamente necessario in tutti quei pazienti che hanno riportato danni a livello del sistema nervoso centrale o periferico. Dopo una prima fase acuta o sub-acuta, in cui spesso è necessario il ricovero ospedaliero od in strutture di lungodegenza, diventa fondamentale avviare un percorso di mantenimento e potenziamento delle abilità motorie residue. Per venire incontro alle necessità specifiche dei pazienti che vivono queste difficoltà, la palestra del centro For Me è dotata di apparecchiature di ultima generazione e di spazi idonei dedicati alla riabilitazione neurologica. I programmi riabilitativi vengono stabiliti in équipe con il medico specialista in fisiatria ed in neurologia, ed un costante confronto fra i membri dello staff garantisce un’assistenza di alta specializzazione.

  • Percorso riabilitativo CARDIORESPIRATORIO

Dall’esperienza del personale di For Me è nato il progetto riabilitazione cardiorespiratoria, atto a dare un’assistenza territoriale in regime ambulatoriale a tutti quei pazienti che presentano la necessità di svolgere un lavoro fisioterapico mirato senza tuttavia il bisogno di un ricovero ospedaliero. Ad oggi infatti le strutture attrezzate per svolgere questo tipo di riabilitazione erano unicamente strutture di tipo residenziale, ovvero strutture che obbligano il paziente ad un ricovero di 3 settimane. La palestra di For Me è oggi strutturata con moderni cicloergometri e con tutti i dispositivi necessari per monitorare i parametri vitali durante tutta la seduta di lavoro. Una stretta collaborazione fra terapisti, fisiatra e cardiologo consente di tarare settimanalmente il carico di lavoro più idoneo al paziente.

LA FASE DEL MANTENIMENTO

Dalla decennale esperienza clinica del nostro staff è stato sviluppato uno specifico sistema di lavoro che permette di massimizzare i benefici ottenuti con la fisioterapia e di avere così un piano di mantenimento specifico per le problematiche di ciascun paziente. Abitudini quotidiane, posizioni lavorative, trascorsi sportivi, interventi chirurgici concorrono tutti a modificare la nostra postura ed il nostro modo di muoverci, comportando così specifiche problematiche. L’allenamento dei muscoli antagonisti a quelli che maggiormente utilizziamo permette di prevenire un eccessivo accorciamento delle catene muscolari e fa si che mediante pochi stimoli mirati e ben dosati i nostri pazienti possano mantenere una postura più sana.